VENDITA CONOSCENDO L’INTELLIGENZA EMOTIVA

Ci siamo sempre chiesti: ‘Ma cosa fa accendere la scintilla che ci spinge ad acquistare?’

‘Qual è il moto interiore che ci spinge a decidere un acquisto?’

Oppure… ‘Cosa potrebbe aiutarci a vendere di più?’…

Meccanismi interiori, che se conosciuti, possono favorire la vendita di qualsiasi prodotto.

Ciò che spinge a comprare non è legato principalmente alla logica.

Il venditore oggi deve essere empatico, deciso, calmo e consapevole.

Deve entrare nei bisogni del potenziale cliente e soddisfare le sue necessità.

Cogliere i bisogni anche da un rapporto comunicativo non verbale, non assalirlo, ma accompagnarlo verso ciò che lo farà stare meglio.

Il cliente non cerca un prodotto, ma un valore in questo…ci sarà anche la vostra capacità di rapportarvi ad esso.

L’approccio non si dovrà basare esclusivamente sulla presentazione, piuttosto su ciò che il prodotto proposto può risolvere.

Elencare benefici, ma non esagerare, farlo agire, dato che fino ad ora il problema persiste.

Si migliora la vendita almeno del 50% quando si scava e si scopre il ”dolore” della persona.

Voi sarete solo il tramite mediante il quale il cliente acquista, adattatevi a lui ed ascoltatelo.

Infine monetizzate, date prima valore al cliente, poi al prodotto risolutivo e in ultimo parlate di soldi e a quel punto non importa che cifra egli dovrà pagare per essere felice.

Pasquale 

Articoli simili

Un commento

  1. Per me saper vendere è un’arte innata, concordo a pieno con il pensiero di Pasquale, nella vendita si va a soddisfare un’esigenza, una necessità. Si va a soddisfare l’emozione del momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.