COME POSSO PAGARLO?

Immagina per un attimo di volere ardentemente una nuova macchina fiammante (o qualsiasi altra cosa tu voglia), la vedi in televisione, sei andato addirittura all’autosalone, la voglia di guidarla ti divora e ti vedi già a bordo di quell’auto… come ti senti?

Immagina di stare seduto su quel sedile comodo, magari in pelle. Hai davanti a te tutta quella tecnologia… l’auto ti parla… ti dà addirittura il buongiorno quando sali nell’abitacolo. Senti sotto le tue mani il volante… piccolo, compatto. Un’energia che non sai descrivere passa dal volante, attraverso le tue mani, e ti entra dentro, arrivando alla testa, e al cuore. Sei euforico.

Parti, ed il silenzio nell’abitacolo ovatta tutto il mondo esterno. Sei solo tu e le tue emozioni. Via le preoccupazioni, via il lavoro, via tutto… solo tu e la tua auto meravigliosa. Come ti senti?

-‘Salve, posso aiutarla?’-

Questa voce bruscamente ti riporta sulla terra. Ti svegli dal tuo sogno e ti immergi nuovamente nella realtà. Guardi la persona che ti ha rivolto la domanda, guardi il cartello con il prezzo.
Pensi ‘Non posso permettermelo’. E rispondi  -‘ No grazie, davo solo un’occhiata…’-

Ti sei appena schiantato a tutta velocità contro un muro.

E se invece di pensare ‘Non posso permettermelo’ ti fossi chiesto ‘Come posso fare per permettermelo?

Robert T. Kiyosaki, nel suo libro ‘Padre ricco, padre povero’ scrive queste parole:

‘Non posso pagarlo’ induce tristezza. Un’impotenza che porta allo scoraggiamento e spesso alla depressione e all’Apatia. ‘Come posso pagarlo?’ apre possibilità, eccitamento e sogni. Papà ricco non era concentrato su cosa si poteva comprare, ma: ‘Come posso pagare’, creava una mente forte e dinamica.

E tu? Cosa vuoi fare?

Non credi sia giunto il momento di avere più fonti di reddito?

-‘Sì, certo Serena, a parlare si fa presto…’-

In realtà i modi sono pressoché infiniti, ma il problema è che forse non ti senti ancora pronto ad affrontare questa cosa da solo (o sbaglio? 😉).

Sono sicura che stai pensando:

‘Da dove inizio?’

‘Chi mi aiuta?’

‘Cosa c’è nel mondo che io so fare?’

Pensaci….

Cambiare mentalità è il primo passo del percorso che ti porterà al successo!

Ti invito a leggere il libro ‘Padre ricco, padre povero’: è stato la scintilla che ha aperto la mia mente e che ha reso possibile il mio cambiamento.

Datti una possibilità!

Un abbraccio,

Serena

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *